VIVERE A MILANO GREENTOWN

ABITARE TRA I PARCHI

“Milano mia, portami via” scrive Roberto Vecchioni in “Luci a S. Siro” una delle ballate più belle scritte dal cantautore milanese su questa incredibile città che vive il suo presente tra luci ed ombre senza vie di mezzo.

Ci siamo imposti di non lasciare spazio agli stereotipi, affrontando il tema della qualità della vita di questa straordinaria città a volte forse ingenuamente definita una metropoli. A nostro giudizio, non possiamo davvero definirla tale per dimensioni e/o per dati geopolitici, specie se paragonata a città come New York, Los Angeles, Sidney, Londra e Parigi.

I primati della capitale industriale e produttiva d’Italia li conosciamo bene e nel tempo non abbiamo mai smesso di apprezzarli. Giustamente la definiamo “capitale della moda e del design”, “Milano da bere”, e ne esaltiamo storiografia architettonica e dei suoi illustri personaggi, citando il Teatro alla Scala e le magnificenze ingegneristiche del genio di Leonardo da Vinci. E certamente, se vogliamo passeggiare confusi ed immersi in una atmosfera internazionale, le vie del quadrilatero ci portano in una Babele di idiomi e di marchi che ci trasformano da uomini di provincia, per qualche tempo in minuti protagonisti del jet set. Ma non possiamo non stigmatizzare che quell’ora in centro, tra vetrine che ritroveremmo in ogni grande capitale del buon gusto e del “red carpet” ha un costo ed una “other side of the moon” piuttosto critica e complessa per quanto riguarda la complessiva qualità della vita. Ed è questo il tema che ci interessa.

Elementi quali il forte inquinamento, il traffico ed un’evidente insufficienza di spazi verdi fanno, a nostro avviso, di Milano una città soffocata. Le arterie stradali di accesso alla città sono carenti, e solo in questo ultimo periodo si sta cercando di creare nuove direttive di transito che diminuiscano l’impatto del traffico in entrata e in uscita dalla città. Ma Milano ha una sua Green Town, o no? Certamente sì, e per noi si chiama Brianza. Il problema della Brianza è che non la si conosce a sufficienza purtroppo e non gode di un’immagine consolidata. Noi, abbiamo deciso di chiamarla “La terra dei Parchi e dei Laghi”.

Ci dirigiamo verso Nord in direzione delle Prealpi Lombarde e ci fermiamo a circa 30 chilometri da Milano. Tracciamo una linea virtuale tra i comuni di Monza, di Como e di Lecco ed in questa figura geometrica troviamo migliaia di ettari di verde protetto. Qui ci accoglie una natura straordinaria ed è veramente coerente chiamarla Terra dei Parchi e dei Laghi. Pensate che in questo triangolo le aree protette sono un numero incredibile: il Parco di Monza, famosissimo e magnifico pur essendo in centro città, il parco del Curone e di Montevecchia, il parco dei Colli Briantei, il parco della Molgora, il parco del Lambro e quello dell’Adda.

L’impianto ricettivo e di qualità ambientale e paesistica di questa zona è straordinario, ma stranamente poco conosciuto, quindi, superficialmente sottostimato. Sia l’asset ambientale che quello sportivo sono di alto livello, al pari di quanto trovano i newyorchesi nel New Jersey o i cittadini di Monaco di Baviera nella regione dei laghi od i londinesi nei quartieri di ville immerse nel verde fuori dalla city. Grandi distese di verde presentano una straordinaria ricchezza di vestigia d’epoca, di zone protette e di offerta “open-hair”, dove ritrovare ritmi diversi, paesaggi ed un nuovo senso del tempo.

Possiamo perciò ragionevolmente affermare che Milano può godere della sua Green Town, come molte grande capitali internazionali. Non la conoscevamo e probabilmente non la conosciamo ancora, ma da oggi probabilmente non possiamo affermare che non esista, anzi possiamo imparare a scoprirla. I paesaggi, la natura, le strutture, tutto certifica che questa Green Town esiste e che è una terra dei sogni, dove pensare di vivere. E guardate bene, siamo rimasti comunque a circa 30 chilometri da Milano. Un miracolo? No, solo il desiderio di scoprire la bellezza perché esiste. Ed un pizzico di sana lotta contro la pigrizia e l’assuefazione.

CONTATTA UN AGENTE PER PRENOTARE UNA VISITA

LIFESTYLE

LASCIATI SORPRENDERE DA UNO STILE DI VITA UNICO, LO STILE ICONICA
0
for Not Set
in Iconica news
  • 28/04/2016
  • Redazione Iconica
E’ probabilmente un’occasione che capita di rado nella vita quella di poter inaugurare da presidente, il lavoro di una nuova società. E naturalmente è per me un fatto di orgoglio e...
  • 11/10/2016
  • Redazione Iconica
Estremamente importante il Rapporto 2016-2017 di Cushman&Wakefield che fotografa con straordinaria attenzione e completezza le linee di sviluppo degli investimenti internazionali nel mercato globale. Il primo dato e la prima...
  • 11/10/2016
  • Redazione Iconica
  Sembra poter essere davvero un dato consolidato: il 2016 vede la fine della crisi degli immobili commerciali. E’ quanto indica e specifica il IV Rapporto-Ricerca curato dallo studio legale...